C’è un punto chiave sul quale gli investigatori della Guardia di Finanza stanno facendo luce in queste ore: dare un nome al tramite tra Patrizio Donnini e la società Renexia del gruppo Toto. Il sospetto è che si tratti di un politico di alto livello dell’area renziana. È una domanda fondamentale e vediamo perché. Patrizio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Matteo non prende incarichi e comanda via WhatsApp: la Boschi fa la capogruppo

prev
Articolo Successivo

“Renzi è come i pazzi: si crede Napoleone. Ma è una pernacchia”

next