Roberto Mancini ha pre-convocato Daniele De Rossi per la partita dell’Italia contro la Grecia, in programma il 12 ottobre all’Olimpico di Roma. L’ex capitano giallorosso potrebbe quindi tornare nel ‘suo’ stadio con la maglia della Nazionale nel match valido per la qualificazione agli Europei e che, calcoli alla mano, potrebbe certificare la partecipazione alla competizione.

Il ritorno del centrocampista in azzurro non è ancora ufficiale, perché il ‘listone’ non dà garanzie ma è chiaro che se il ct marchigiano ha fatto questo passo difficilmente lo escluderà dai convocati. Piuttosto, toccherà a De Rossi fare il possibile per esserci: negli scorsi giorni, infatti, il 36enne del Boca Juniors si è fermato per un problema muscolare. Il ritiro della Nazionale per i prossimi impegni è previsto il 7 ottobre e le convocazioni ufficiali di Mancini arriveranno a ridosso di domenica 6.

L’ultima volta di De Rossi con la maglia dell’Italia risale a quasi due anni fa, il 10 novembre 2017 nella partita che di fatto escluse la Nazionale dai Mondiali in Russia. Il gol di Johansson che sancì l’addio degli azzurri fu deviato involontariamente proprio dal centrocampista. Nel match di ritorno, uno scialbo 0-0 a San Siro, l’allora capitano della Roma non venne schierato nell’undici iniziale da Ventura e a partita in corso rifiutò di entrare invitando il commissario tecnico a inserire Insigne.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Dal fischietto alla fiaschetta il passo è breve, guardalinee ubriaco in campo: federazione apre inchiesta

prev